23 Settembre 2020
area video

GINOSA-SURBO 0-0 Il Ginosa impatta al "T.Miani" con il quotato Surbo

Videosintesi 2015-2016
Ginosa: Giampetruzzi; L. Ribecco, Orfino, Cristella, Di Lena; Pasqualicchio (59´ Novario), Donno, R. Bozza (80´ De Biasi); Costantino (68´ D´Angelo), Lovecchio, Paiano.
A disp.: Larocca, Anzillotta, Lombadi, Trigiante. All.: Francesco Russo.

Trio Calcio Surbo: Gabrieli, Mento, Libertini, Lentini, D´Argento. Giannone, Poleti (81´ Prinari), Fracella, Scuglia (61´ Romano), Montinaro, Carlà (88´ Protopapa).
A disp.: Aprile, De Dominicis, Buttazzo, Longo. All.: Francesco Rollo.

Ammoniti: Paiano, Costantino (G); D´Argento, Montinaro, Giannone, Lentini, Scuglia (S). Espulsi: Giannone (doppia ammonizione), Scuglia (proteste dalla panchina).

Arbitro: Antonio Andrea Grosso di Bari.

GINOSA, 30 aprile - Gara intensa ma a reti bianche quella tra Ginosa e Trio Calcio Surbo, con uno 0-0 che può andar bene ai padroni di casa e che invece rallenta la corsa verso i play-off degli ospiti.
L´avvio della prima frazione promette bene proprio per la formazione di mister Rollo che dopo due minuti va alla conclusione con Lentini, servito dal corner di Montinaro, che calcia alto con un destro da fuori area.
Centoventi secondi dopo è il Ginosa ad affacciarsi in avanti: Paiano recupera ottimamente palla sulla trequarti avversaria, Pasqualicchio la mette in area di rigore, Lovecchio rinuncia alla conclusione di prima intenzione e difatti si fa "murare" da Gabrieli.
Al 15´ è Pasqualicchio a tentare di sbloccare il match, ma il suo tentativo di destro è sventato dal numero 1 ospite in corner.
Il primo tempo è piuttosto "frizzante" e le conclusioni arrivano da entrambe le parti: al 19´ è il momento degli ospiti che con una punizione mancina di Libertini cercano lo 0-1, ma il tentativo del terzino termina alto.
Al minuto 22 è invece il Ginosa a costruire un pericolo per la porta di Gabrieli con un´azione avviata da Donno che passa in seguito dai piedi di Lovecchio e Paiano e termina con il tentativo largo proprio del regista ginosino.
E´ un finale di frazione che vede un Ginosa più propositivo, infatti al 36´ è ancora Pasqualicchio a cercare il vantaggio con un buon sinistro di controbalzo, mentre al 45´ Lovecchio, anch´egli col mancino, conclude verso lo specchio, ma in maniera debole, consentendo il salvataggio del portiere avversario.
Il secondo tempo cresce sul piano dell´agonismo ma cala su quello del gioco ed infatti risulta molto "spezzettato", nonostante un avvio promettente dei padroni di casa che in dieci minuti producono due occasioni, prima con un calcio di punizione di Donno, messa in angolo da Gabrieli dopo nemmeno sessanta secondi e poi con Orfino, servito proprio da una punizione di Donno, che di testa trova il piede dell´estremo difensore ospite a negargli il gol.
Come già anticipato, i successivi quindici minuti sono interrotti da cartellini gialli, sostituzioni ed un rosso all´indirizzo di Giannone che lascia i suoi in dieci.
Il Ginosa, purtroppo, non riesce a suggellare la gara, anzi sono proprio gli uomini di Rollo a rischiare di andare in vantaggio, al 69´ con una conclusione da centrocampo che però non sorprende un attento Giampetruzzi ed al 72´ con una "sforbiciata" di Poleti su corner battuto da Montinaro.
All´ 85´, i biancazzurri costruiscono la loro migliore occasione del secondo tempo, con D´Angelo che servito in area, salta Lentini e conclude col destro ma con troppo potenza e spara alto.
Un minuto dopo, sono gli ospiti a costruire una ghiottissima palla gol, con un´ottima serpentina di Libertini che serve Longo in verticale, il numero 16 ospite tenta con un destro ad incrociare ma Giampetruzzi salva il Ginosa.
Negli ultimissimi minuti, gli ospiti recriminano per un gol annullato probabilmente in maniera ingiusta a Protopapa, per una presunta infrazione commessa nell´area ginosina e dunque dopo quattro minuti di recupero, il signor Grosso della sezione di Bari mette fine all´incontro.
Buon punto per il Ginosa in chiave salvezza, obiettivo ormai quasi raggiunto che può essere messo in cassaforte domenica 8 maggio in casa dell´Atletico Acquaviva, squadra sicuramente alla portata degli uomini di Russo, che però nella gara d´andata riuscì a strappare un buon 1-1 in casa del Ginosa, anche se il match fu disputato al "Madonna delle Grazie" di Laterza. Per rendere realtà il sogno di tutta una stagione, servirà ancora tanto sudore e spirito di sacrificio, senza dare nulla per scontato e senza permettersi il lusso di rilassarsi, nemmeno per un istante, con la grinta che ha contraddistinto in Ginosa per tutto il campionato.
Luca Ricciardi

Realizzazione siti web www.sitoper.it