19 Settembre 2020
area video

Juniores: GINOSA-FASANO 2-0 Una formalità la pratica Fasano

JUNIORES
.
A.S.D. GINOSA - U.S. CITTA´ DI FASANO 2-0 (3´ Stano, 28´ Maiullari (r))

A.S.D. GINOSA: Clemente; Manicone, Galante, Vannella, Girardi; Brunone, De Biasi (64´ Criscuolo), Stano (67´ Bozza (81´ Bianco)); Apicella (60´ Comparato), Maiullari (73´ Canora), Costantino.
A disp.: Pagone, Ribecco. All.: Francesco Russo (squalificato).

U.S. CITTA´ DI FASANO: Lacirignola, D´Onghia (42´ Lomartire), Ricco, Cassone (80´ Secundo), Fanizza, Losavio, Lombardi (72´ Giaccio), Lorusso, Olive (27´ Celona), Sibilio (40´ D´Alessandro), Laterrenia.
A disp.: Lippolis.

Arbitro: Gianluigi Novielli di Bari.

NOTE: Ammoniti De Biasi, Vannella (G), D´Onghia, Lomartire, Lorusso (F).

GINOSA, 5 febbraio - Tutto facile per la juniores di mister Russo nel turno infrasettimanale contro il modesto Fasano, fanalino di cosa di questo campionato. I biancazzurri non giocano su ritmi particolarmente alti e conquistano agevolmente il successo grazie a due reti realizzate nel primo tempo.
I fasanesi scendono in campo al "Miani" con ben otto ´97 in campo e tre ´96, mentre in panchina vi è addirittura un classe ´98. Mister Russo sceglie il 4-3-3 con la coppia inedita Galante-Vannella al centro della difesa, inserisce Brunone dal 1´ e lascia in panchina i vari Criscuolo, Comparato e Ribecco.
Partenza fulminante per i giovani ginosini che dopo appena 3´ si portano sull´1-0 con Stano che riceve palla da Costantino, controlla e scarica un destro chirurgico che fuori area che si infila alla spalle di Lacirignola.
La gara si "addormenta" per 25 minuti, fino a quando il Ginosa trova il raddoppio: al 28´, Lacirignola esce con i pugni su un calcio di punizione, sulla respinta, Costantino controlla ma viene atterrato in area proprio dal numero 1 ospite; l´arbitro non ha dubbi e così concede il penalty, trasformato da Maiullari che quindi dopo meno di mezz´ora chiude la gara.
Al 32´, gli ospiti cercano di tornare in partita con Losavio che ci prova su calcio di punizione direttamente da centrocampo, mettendo in difficoltà Clemente che respinge con un po´ di apprensione. La partita non regala particolari emozioni e l´ultima occasione del primo tempo è al 39´ per il Ginosa con l´apertura di Stano per Apicella, il quale controlla e conclude dalla destra, non trovando la porta per questione di centimetri.
Nel secondo tempo, i ragazzi di Russo cercano il tris, che però non arriva, sprecando due buone occasioni tra il 50´ ed il 57´, entrambe con Costantino, che prima impatta un buon cross di Maiullari ma conclude fuori, poi, favorito da una dormita di Fanizza, a tu per tu con Lacirignola, spara sul portiere. Al 59´ lo stesso Fanizza impegna Clemente con un calcio di punizione che il numero 1 biancazzurro respinge centralmente, poi Laterrenia prova il tap-in ma il portiere classe ´95 si supera e salva il risultato. Sette minuti dopo, Costantino batte un corner corto per Criscuolo che ci prova dal vertice dell´area e trova la deviazione di un difensore in calcio d´angolo. Nei minuti successivi, la partita, già non molto esaltante, cala ulteriormente di intensità ed entrambi gli allenatori effettuano varie sostituzioni.
L´ultima occasione è ancora per Costantino che all´86´ ci prova dalla distanza ma Lacirignola, con qualche difficoltà, si salva deviando in corner.
Con questa vittoria, il Ginosa può continuare a credere nel sogno quasi impossibile di raggiungere la Sudest, allontanatasi addirittura dopo il k.o. subito sul campo dell´Hellas Taranto. Nel prossimo turno, la squadra di mister Russo sarà impegnata nell´insidiosa trasferta di Alberobello, dove finora i padroni di casa hanno perso solo una partita.
Nella sfida d´andata, il Ginosa si impose per 1-0 con un gol di Girardi, ma successivamente la gara è stata vinta per 3-0 a tavolino dai baresi a causa dell´ingresso in campo dell´assistente dell´arbitro sulla distinta, cosa non consentita in un campionato juniores. Questo stravolgimento di risultato ed il fatto che le due compagini si trovino entrambe a 20 punti, potrebbero rivelarsi una cornice perfetta ad una gara da giocare con sano agonismo, con la speranza che non si vada a sfociare nel forte nervosismo e nella violenza, ma che si possa assistere ad un bel confronto di calcio.

Luca Ricciardi

Realizzazione siti web www.sitoper.it