21 Aprile 2024
Servizi
percorso: Home > Servizi > Generici

SAN PIETRO VERNOTICO - GINOSA 1-4 Rimonta e dilaga il Ginosa nella trasferta di Lecce

S. PIETRO VERNOTICO: Giangrande, Martina, Giovane, Koffi (8’ st Lorenzoni), Scardia, Pisani, Virdis (21’ st Montanaro), Politi (35’ st Da Rocha), Tunzele, Matassa (35’ st Petracca), Dos Santos (39’ st De Vito). A disp.: Raganato, Perrone, Pica, Spedicato. All. Sardelli

GINOSA: Pizzaleo, Cimmarusti, Gatto, Partipilo (43’ st Sergio), Patronelli, Pinto, Gallitelli (35’ st Verdano), Soriano (28’ st Schirizzi), Genchi (32’ st Richella), Vapore, Thiam. A disp.: Casamassima, Cardamone, Cardinale, Putignano, Di Anna. All. Passariello

ARBITRO: Simone Andreula di Molfetta (Assistenti: Francesco Tullo di Bari e Filippo Alfieri di Lecce).

RETI: pt 16’ rig. Matassa (SP), 37’ Vapore (G), 38’ Genchi (G); st 28’ aut. Martina (G), 32’ Gatto (G).

NOTE: Ammoniti Scardia, Pisani, Politi e Montanaro (SP), Patronelli, Pinto e Soriano (G).

CAVALLINO – Vittoria doveva essere e vittoria è stata: il Ginosa supera in rimonta in trasferta il fanalino di coda San Pietro e, complice alcuni risultati favorevoli, si piazza al sesto posto in classifica. Un successo tutt’altro che facile per i biancazzurri che hanno dovuto rincorrere il risultato per conquistare i tre punti, compattandosi allo svantaggio subito e reagendo con carattere e determinazione. Nell’undici iniziale il tecnico Passariello schiera Patronelli in difesa quale sostituto dello squalificato Chiochia, mentre in avanti si affida a Genchi e Thiam con Vapore a supporto. L’approccio non è dei migliori per gli ospiti che vanno in affanno nei primi quindici minuti, capitolando al minuto 16. Patronelli, pressato nell’area piccola da Matassa, perde palla e stende l’avversario, inducendo il direttore di gara ad assegnare la massima punizione che lo stesso numero dieci di casa trasforma con freddezza spiazzando Pizzaleo. Lo svantaggio scuote Genchi e compagni che si compattano e reagiscono con veemenza, ribaltando il risultato nell’ultimo quarto d’ora prima dell’intervallo. Alla mezzora Genchi, sull’out sinistro, serve al centro un invitante assist per l’accorrente Soriano che svetta sottomisura alzando di poco la mira. E’ il preludio alla “remuntada” che si materializza grazie ad un “uno-due” micidiale tra i minuti 37 e 38. Al 37’ il Ginosa riequilibra il match grazie a Vapore che, dal vertice sinistro dell’area, inventa una parabola maligna che piega le mani a Giangrande, mentre un minuto dopo il raddoppio porta la firma del capitano Beppe Genchi che, al limite, trova lo spiraglio giusto e con un sinistro di rara precisione infila la sfera alle spalle dell’estremo difensore brindisino. Nella ripresa è un monologo biancazzurro con gli ospiti che legittimano il risultato andando a segno per altre due volte. Al 3’ è Genchi a cercare la via della rete con una conclusione sottomisura che si spegne alta di un palmo, mentre al 12’ è ancora il numero nove ginosino a rendersi pericolo con una conclusione ravvicinata stoppata in uscita da un superbo Giangrande. Il Ginosa preme ed al 28’ marca il tris: su azione di rimessa, Genchi trova l’imbucata per Thiam che, sull’out destro, mette al centro un cross tagliato sul quale interviene maldestramente Martina che, per anticipare Vapore, infila nella propria porta. A quel punto la gara va in archivio ed al 32’ gli ospiti calano il poker grazie a Gatto che, dopo uno scambio veloce con Vapore, conclude da distanza ravvicinata trafiggendo l’estremo difensore brindisino. Ultimo sussulto al 37’ quando Richella, dopo una bella azione corale ben manovrata, calcia a botta sicura da distanza ravvicinata trovando la respinta miracolosa di un difensore sulla linea di porta. Sino alla fine non accade più nulla, con i biancazzurri che controllano con ordine e portano in porto una vittoria importante per il traguardo finale. Domenica test impegnativo per il Ginosa che ospita al “Miani” la capolista Ugento già battuta a domicilio nella gara di andata: servirà una prestazione superlativa per centrare un risultato positivo e dare continuità al successo odierno.
Domenico Ranaldo
Prossimo Incontro
Prossimo incontro
SPONSOR
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie